Browsing Tag

petersims

Libri

LITTLE BETS – Peter Sims

ottobre 2, 2018

Questo libro, che ho conosciuto guardando un video del saggio Montemagno (google per chi non lo conoscesse) appartiene al genere di quella che definirei “narrativa economica” ed è una piccola perla che dovrebbe essere nella libreria di ogni professionista, un piccolo concentrato di mantra disruptive necessari per qualsiasi ambito dove un lateral-thinking faccia la differenza. 

Quindi pressoché ovunque. 

Il sottotitolo in copertina è anche il cardine attorno al quale ruota tutto il comparto argomentativi dell’autore: “come le idee rivoluzionarie emergano dalle piccole scoperte”.

A questo punto tocca, come al solito, fare una piccola premessa riguardo all’autore. 

Peter Sims è co-autore del Wall Street Journal, scrive per Fortune e TechCrunch e possiede un MBA a Stanford, dove tiene ad oggi corsi di leadership; più tutta una serie di altre onorificenze che potete trovare nell’ultima pagina del libro. Insomma, non il primo pincopallino, ma una persona che grazie alla sua caratura intellettuale ha avuto la possibilità di approfondire il lavoro e confrontarsi con molte delle personalità più influenti e disruptive dell’ultimo ventennio. I vari Jef Bezos e compagnia bella per capirci.

Ed ecco, dunque, che il libro inizia con una serie di analisi trasversale nei settori più disparati del processo creativo delle menti più brillanti: leggiamo della storia di come il tizio maestro della stand-up comedy utilizzi un approccio a tentoni per individuare quale sia il materiale che davvero scateni l’ilarità del pubblico. O ancora del tizio colonnello  dei Navy Seals che rivoluziona l’approccio della strategia militare statunitense perché il modello standardizzato si rivela inefficace, oppure ancora del caio con un certificato di calligrafia che rileva un’azienda pensando  di produrre hardware mentre finisce per dare vita alla casa di animazione cinematografica più famosa di tutti i tempi. Avete capito di chi sto parlando?

Il libro scorre fluentemente così, prendendo in esame cosa effettivamente porti allo sviluppo di una idea di successo smentendo una volta per tutte il mito che serva un lampo di genio fin da subito in cui convogliare completamente i propri sforzi e risorse. Il tutto condito con studi sperimentali di psicologia a riprova di queste tesi, giusto per non lasciare adito a discussioni ulteriori. 

E’ un libro che si legge d’un fiato, scritto con maestria e altamente stimolante. Va a fondo nei processi dell’ innovazione costringendo il lettore, quasi forzatamente, ad assumere un punto di vista differente. Ma non si limita questo: spiega anche da cosa questo “pensiero collateralmente creativo” derivi e come fare ad allargare i propri orizzonti di giudizio per un approccio sistematico alla vita e alla carriera professionale. 

Insomma, un must-have, grande come un breviario ma pregno di spunti creativi e soprattutto pratici. Solo in inglese. 

     Federico Contini